Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Procedimento

Procedimento di lavorazione delle Ceramiche Artistiche di Santo Stefano di Camastra

 

Lavorazione dell'Argilla

Si procede ad impastare l'argilla per eliminare eventuali bolle d'aria e renderla compatta prevenendo così il formarsi di crepe nell'oggetto in ceramica finito.

Modellazione al Tornio

E' usata soprattutto per la lavorazione di vasellame in ceramica in cui vi sia una simmetria rispetto all'asse di rotazione. Si pone l'argilla al centro del piatto girevole avendo cura di posizionarla nel modo corretto e si modella con le mani o con altri strumenti mentre si regola la rotazione del tornio di lavorazione.

Modellazione a Colaggio

Si prepara uno stampo in gesso che replica l'oggetto in ceramica da riprodurre e vi si cola dentro l'argilla liquida, appena raggiunto lo spessore desiderato si svuota lo stampo, si estra il prodotto e si rifinisce a mano come da antica tradizione.

Modellazione a Pressa

L'argilla allo stato plastico viene pressata tra due stampi che replicano l'oggetto da riprodurre.

Essiccazione

Qualunque sia la tecnica adottata in precedenza è necessario che i manufatti in argilla essicchino completamente. A questa fase va dedicata una particolare cura. Un'essiccazione omogenea ed uniforme è garanzia di durevolezza delle ceramiche e soprattutto della coerenza della sua forma: un'essiccazione non uniforme può infatti generare deformazioni. L'essiccazione consente all'oggetto di perdere l'umidità residua e la plasticità.

Prima Cottura

Terminata la delicata fase dell'essiccazione si procede con la cottura. Questa avviene in forni appositi che raggiungono temperature di cottura che possono andare oltre i 1000 gradi. E' necessario che la temperatura segua la curva di crescita e decrescita graduale con tutte le varie fasi di una durata prestabilita. La cottura modifica infatti la struttura delle ceramiche.

Smaltatura

Decorazione

Dopo la smaltatura si passa alla decorazione pittorica delle nostre ceramiche artistiche che è usualmente fatta a mano con pennello e colori ceramici da esperti decoratori di Santo Stefano Di Camastra.

Seconda cottura

Le ceramiche sottoposte a smaltatura devono subire una seconda cottura per fissare i colori. Tale cottura si attua in forno ad una temperatura compresa tra 850 e 970 gradi. Questa seconda cottura porterà lo smalto a vetrificare rendendolo lucido ed impermeabile.